seminario_28_giugno

Con il Seminario Nazionale, svoltosi il 28 Giugno a Roma, incentrato sull’ incontro tra le associazioni di promozione sportiva e le associazioni di promozione sociale, il Centro Sportivo Educativo Nazionale rilancia l’azione operativa nell’ incontro tra il settore dello sport e della promozione sociale.
Il seminario dal titolo “Strumenti operativi e ruolo delle APS per una promozione del settore sociale in forma organizzata, etica e di sviluppo” è stato immaginato come momento di condivisione di saperi e conoscenze, per definire, attraverso un percorso partecipato, un’ idea di crescita e di sviluppo dell’ente come attore e protagonista nella costruzione di una società, nella quale, lo sport di base e le associazioni di promozione sociale, contribuiscono nel rispetto dei diversi contesti locali, alla costruzione di reti territoriali capaci accogliere e rispondere ai bisogni dei cittadini.
Il seminario è frutto di un percorso nel quale, attraverso la ricerca nazionale, svolta con interviste individuali a Dirigenti Sportivi e Dirigenti di APS, e Focus Group interregionali, è stato possibile avviare un confronto profondo su aspetti valoriali, organizzativi e gestionali che differenziano e che accomunano l’agire delle associazioni di promozione sportiva e di promozione sociale.
E’ in questo orizzonte che nasce la scrittura del libro “Guida alle associazioni di promozione sociale”, presentata ufficialmente nella giornata del seminario, redatta con il contributo di riflessioni, idee e suggestioni derivate dagli incontri realizzati nel corso del progetto, e intende delineare il modello da cui partire per chiunque voglia collaborare con il Centro Sportivo Educativo Nazionale nella costruzione strategica di reti territoriali tese allo sviluppo di un welfare più solidale.
L’impulso che il CSEN vuole dare alla funzione sociale dello sport di base come elemento strategico di sviluppo, si inserisce perfettamente nel dibattito esistente, sia a livello Nazionale che Europeo, sulla funzione dello sport dilettantistico come facilitatore di processi di crescita , socializzazione e benessere nelle persone.
In Italia a Maggio è stata approvata la Riforma del Terzo Settore nella quale si riconosce l’importanza del settore non profit nella vita del nostro paese nei diversi ambiti: sociale, sportivo, culturale ambientale ed economico.
In Europa nella nuova programmazione 2014-2020 hanno previsto una linea di fondi dedicata allo sport e nel 2016 hanno introdotto finanziamenti specifici “Piccole partnership collaborative” per facilitare l’accesso ai fondi europei alle piccole associazioni e dare ulteriore spinta alla diffusione dell’ attività sportiva.

Per ogni individuo, lo sport è una possibile fonte di miglioramento – Pierre de Coubertin

Fonte: http://www.csensociale.it/